Scuola dell'Infanzia Paritaria Don Enrico Colombo
La nostra Scuola dell'Infanzia, di ispirazione cattolica, ebbe origine nel 1912 con lo scopo di accogliere i bambini e le bambine in età prescolare, e provvedere alla loro educazione intellettuale, morale e religiosa. La scuola è aperta a tutti i bambini, qualunque sia la loro cultura, etnia, appartenenza sociale, religione, situazione di svantaggio o disabilità. La scuola dell'infanzia, secondo la normativa vigente, accoglie bambini dai 3 anni e bambini anticipatari (che compiono il 3° anno di età entro il 30 aprile dell'anno successivo alla prima iscrizione). BAMBINI PORTATORI DI DIRITTI SPECIALI La scuola in collaborazione con il servizio sociale competente (Asl e comune di Besana in Brianza)pone particolare attenzione all'integrazione degli alunni disabili, favorendo la socializzazione, l'acquisizione di autonomia rispetto alla gestione di sè e il miglioramento nella sfera cognitiva secondo le possibilità di ciascuno. Nella scuola non esistono barriere architettoniche e gli alunni portatori di handicap possono accedere a tutti gli ambienti utilizzandone le strutture. La nostra scuola considera la frequenza di questi bambini, oltre che un diritto sociale e civile, una significativa occasione di crescita e maturazione per tutti. La nostra scuola si ispira al metodo " REGGIO EMILIA APPROACH " dove il bambino occupa una posizione centrale e la didattica è volta a svilupparne le attitudini, attraverso percorsi basati su creatività, fantasia, intuito, curiosità, spontaneità e piacere. Le insegnanti scrutano e ascoltano attentamente il bambino, dandogli fiducia e fornendogli gli strumenti ed il contesto adatto a stimolare l’osservazione della realtà, a porsi domande, a trovare risposte e a realizzare progetti nati da idee ed interessi del bambino stesso. La famiglia è comunque considerata come principale interprete della funzione educativa, per questo occupa una posizione attiva e partecipe anche nel progetto scolastico. La nostra scuola è motivo di orgoglio e fulcro di aggregazione per tutta la comunità e si avvale dell'apporto di personale volontario, quale collaborazione indispensabile. La scuola è considerata una risorsa per il territorio, il quale a sua volta è risorsa per la scuola.

Credits: Chiarissima

Privacy e Policy